Soffice come una Nuvola – Lana Mohair

La lana Mohair è una fibra di alta qualità ricavata dal pelo della capra d’Angora. L’uso della lana Mohair ha origini antiche, si presuppone che in Turchia, dove la capra d’Angora è sempre stata allevata, venisse utilizzata già più di duemila anni fa.

La capra d’Angora ha un vello folto, molto lungo, e resistente, il filato che si ricava è di altissimo pregio, lucente e incredibilmente morbido.

Il nome Angora deriva da Ankara, la capitale della Turchia da cui nasce la tradizione di questa lana, che qualitativamente non teme la comparazione con quella di alpaca e del pregiatissimo Cashmere.

Spesso accade che a causa del nome la si confonda con la lana ricavata dal coniglio d’Angora che è molto diversa al tatto e nella sostanza. La capra d’Angora viene allevata anche negli Stati Uniti e in Sud Africa, da dove oggi, proviene il filato di maggiore qualità presente sul mercato.

Caratteristiche

Il vello delle capre d’Angora è molto particolare.

Può raggiungere i 30cm di lunghezza e non ha una muta annuale. Lo spessore del pelo varia a seconda dell’età dell’animale, la lana viene ricavata tramite tosatura senza provocare danni fisici alla capra. 

Morbida come una nuvola, delicata ma elastica, calda ma leggera, in commercio la troviamo insieme ad altre fibre come la seta o l’alpaca che non ne alterano la qualità. Proprio queste caratteristiche rendono unici i capi creati in Mohair.

L’effetto nuvola è ciò che più si ama di questa lana così piacevole al tatto anche durante la filatura.

Esistono due tipologie di filato Mohair che dipendono dall’età dell’animale:

  • Kid Mohair o baby Mohair. Questa lana si ricava dalla tosatura del capretto, il cui pelo, poco spesso, è ancora più lucente, sottile e morbido. Dalla tosatura dei capretti d’Angora si ricava solo il 19% della produzione annuale e per questo motivo ha un costo maggiore sul mercato.
  • Mohair classica. Ricavata dalla tosatura della capra adulta il cui pelo è più spesso, elastico e resistente.

I filati di Kid Mohair possono, per la loro leggerezza, essere utilizzati nella creazione di abiti adatti a stagioni non troppo fredde come la primavera e l’autunno. Il manto di un animale adulto è più spesso e molto più resistente, offre confort e calore, viene utilizzato per la creazione di capi invernali, dai maglioni ai cappelli ma anche coperte e tappeti per la casa.

Una delle più riconosciute peculiarità della lana d’angora è la sua ingualcibilità ovvero la sua capacità di non stropicciarsi o sgualcirsi.

Cura del mohair

Come tutti gli indumenti di lana pregiata, anche gli abiti in Mohair necessitano di un’attenzione e cura maggiori. La lana di pelo lungo può perdere qualche pelo ed è quindi meglio lavare gli indumenti a mano, in acqua a 30°, evitando di strizzare o schiacciare gli indumenti dopo il lavaggio, lasciandolo asciugare su un piano per evitare deformazioni. Per evitare che il capo perda troppi peli e quindi duri meno nel tempo, è possibile passarlo, prima del lavaggio, con una spazzola adesiva per rimuovere delicatamente la peluria in eccesso. Un piccolo trucco prima del lavaggio è quello di avvolgere il capo in un sacchetto o asciugamano e riporlo in freezer qualche ora. Questo ne favorisce la durata nel tempo.